Skip to main content
Allergie nei Bambini Guida Completa per Genitori

Allergie nei Bambini: Guida Completa per Genitori

Benvenuti in questa guida completa sulle allergie nei bambini, un articolo essenziale per ogni genitore che cerca di comprendere e gestire meglio le allergie dei propri figli. In un mondo dove le allergie infantili sono sempre più comuni, è fondamentale essere informati sui vari tipi di allergie, sui loro sintomi e sulle possibili soluzioni. Questo articolo mira a fornire informazioni dettagliate e consigli pratici per aiutare i genitori a navigare nel complesso mondo delle allergie pediatriche. Da strategie di prevenzione a opzioni di trattamento, esploreremo tutto ciò che c’è da sapere per garantire ai nostri bambini una vita sana e felice.

Indice

Allergie nei bambini, consigli e rimedi

1. Introduzione alle Allergie nei Bambini

Le allergie nei bambini sono un tema di crescente interesse e preoccupazione sia per i genitori che per i professionisti della salute. Queste reazioni ipersensibili del sistema immunitario a sostanze comunemente innocue possono variare da lievi a gravi e influenzare significativamente la qualità della vita dei bambini e delle loro famiglie.

L’Importanza della Consapevolezza Allergica

La consapevolezza delle allergie è fondamentale per la prevenzione e la gestione efficace di queste condizioni. Un’identificazione precoce dei sintomi e dei potenziali allergeni può aiutare a ridurre i rischi di reazioni allergiche gravi e migliorare il benessere generale del bambino. È essenziale che i genitori e i tutori riconoscano i segni e i sintomi delle allergie per poter intervenire tempestivamente.

La Sfida della Diagnosi Precoce

La diagnosi precoce delle allergie nei bambini può essere difficile a causa della varietà dei sintomi che possono sovrapporsi ad altre condizioni. Inoltre, i bambini stessi potrebbero non essere in grado di comunicare chiaramente i loro sintomi, rendendo ancora più cruciale l’attenzione e la vigilanza da parte dei genitori e dei professionisti sanitari.

Educazione e Informazione

L’educazione e l’informazione giocano un ruolo chiave nella gestione delle allergie pediatriche. I genitori e i caregiver dovrebbero essere informati sulle varie tipologie di allergie, i fattori scatenanti comuni e le strategie di gestione. L’informazione corretta e tempestiva può fare una grande differenza nella prevenzione delle reazioni allergiche e nel migliorare la qualità di vita dei bambini affetti da allergie.

Nel prossimo capitolo, esploreremo più dettagliatamente cosa sono le allergie, come si manifestano nei bambini e le differenze tra allergie e intolleranze.

2. Cosa Sono le Allergie nei Bambini?

Le allergie nei bambini sono reazioni del sistema immunitario a sostanze che normalmente non sono dannose, note come allergeni. Queste reazioni possono variare in gravità e manifestarsi in modi diversi.

Definizione Scientifica

Un’allergia si verifica quando il sistema immunitario del bambino reagisce in modo eccessivo a un allergene specifico, rilasciando sostanze chimiche come l’istamina che causano sintomi allergici. Questa risposta è spesso un meccanismo di difesa eccessivo e improprio del sistema immunitario.

Differenza tra Allergie e Intolleranze

È importante distinguere le allergie dalle intolleranze. Mentre le allergie coinvolgono una risposta immunitaria e possono essere potenzialmente pericolose per la vita, le intolleranze, come l’intolleranza al lattosio, tendono a essere meno severe e non coinvolgono il sistema immunitario. Le intolleranze causano principalmente disagio digestivo e sono generalmente gestibili attraverso la dieta.

Identificazione degli Allergeni nei Bambini

Gli allergeni comuni nei bambini includono certi alimenti, polline, acari della polvere, peli di animali domestici e alcuni farmaci. La sensibilità a questi allergeni può variare notevolmente da un bambino all’altro. Alcuni bambini possono essere altamente sensibili a un particolare allergene, mentre altri potrebbero non avere alcuna reazione a esso.

Risposta Immunitaria nei Bambini

La risposta immunitaria nei bambini può essere più pronunciata a causa del loro sistema immunitario in via di sviluppo. Questo può portare a una maggiore incidenza di allergie nei bambini rispetto agli adulti. La comprensione di come funziona la risposta immunitaria nei bambini è fondamentale per la diagnosi e la gestione delle allergie.

Nel prossimo capitolo, esploreremo i tipi comuni di allergie nei bambini, concentrandoci su allergie alimentari, stagionali e cutanee o respiratorie.

3. Tipi Comuni di Allergie nei Bambini

I bambini possono essere soggetti a vari tipi di allergie, ognuna delle quali presenta sintomi e trigger specifici. Comprendere i diversi tipi di allergie aiuta i genitori e i caregiver a gestire meglio le condizioni dei bambini.

allergie alimentari bambini

Allergie Alimentari nei Bambini

Le allergie alimentari sono tra le più comuni nei bambini. Alimenti come le arachidi, il latte, le uova, la soia, il frumento, i frutti di mare e la frutta a guscio sono tra i più comuni allergeni alimentari. Queste allergie possono causare una varietà di sintomi, tra cui eruzioni cutanee, gonfiore, problemi digestivi e, nei casi più gravi, anafilassi.

Allergie Stagionali

Le allergie stagionali, spesso causate da pollini e spore di muffa, possono causare rinite allergica, nota anche come febbre da fieno. I sintomi includono starnuti, naso che cola o chiuso, prurito agli occhi e tosse. Questi sintomi possono variare in intensità in base alla stagione e alla concentrazione di pollini nell’aria.

Allergie Cutanee e Respiratorie

Le allergie cutanee nei bambini possono manifestarsi sotto forma di eczema o dermatite atopica, caratterizzate da pelle secca, pruriginosa e a volte arrossata. Le allergie respiratorie, come l’asma allergica, possono essere scatenate da vari allergeni, tra cui la polvere domestica, il pelo degli animali e alcuni profumi o spray. Queste allergie possono causare difficoltà respiratorie, tosse e respiro sibilante.

Importanza della Diagnosi Precoce

La diagnosi precoce di questi tipi di allergie nei bambini è cruciale per una gestione efficace e per prevenire possibili complicazioni. Una volta identificato l’allergene specifico, i genitori e i medici possono lavorare insieme per sviluppare un piano di trattamento e prevenzione personalizzato.

Nel prossimo capitolo, esamineremo le cause e i fattori scatenanti delle allergie nei bambini, esplorando come fattori ambientali e genetici possano influenzare lo sviluppo di queste condizioni.

4. Cause e Fattori Scatenanti delle Allergie nei Bambini

Le allergie nei bambini possono essere scatenate da una varietà di fattori, che vanno da quelli ambientali a quelli genetici. Comprendere queste cause è fondamentale per prevenire e gestire le reazioni allergiche.

Fattori Ambientali

L’esposizione a sostanze come polline, acari della polvere, muffe e peli di animali domestici è tra le cause più comuni di allergie nei bambini. In alcuni casi, l’esposizione a inquinanti atmosferici e fumo di sigaretta può anche aumentare il rischio di sviluppare allergie.

Genetica e Allergie

La genetica gioca un ruolo significativo nello sviluppo delle allergie. Se uno o entrambi i genitori hanno allergie, il bambino ha una probabilità maggiore di svilupparle. Tuttavia, non è una certezza, e i bambini possono sviluppare allergie anche senza una storia familiare.

Alimenti e Sostanze Comuni Responsabili

Alcuni alimenti, come arachidi, frutta a guscio, latte, uova e frutti di mare, sono tra i più comuni allergeni alimentari nei bambini. Anche le punture di insetti, alcuni farmaci e le sostanze presenti in prodotti di uso comune possono causare reazioni allergiche.

Identificazione degli Allergeni

L’identificazione degli allergeni specifici è un passo cruciale nella gestione delle allergie nei bambini. I test allergologici possono aiutare a determinare a quali sostanze il bambino è allergico, consentendo ai genitori e ai medici di adottare misure preventive.

Nel prossimo capitolo, esamineremo i sintomi comuni delle allergie nei bambini, offrendo indicazioni su come riconoscere i segnali di un’allergia e quando è necessario cercare assistenza medica.

5. Sintomi Comuni delle Allergie nei Bambini

Le allergie nei bambini possono manifestarsi con una varietà di sintomi, che variano in gravità e possono influenzare diverse parti del corpo. Riconoscere questi segnali è fondamentale per garantire una gestione tempestiva e efficace.

reazione allergica bambino

Reazioni Cutanee

Uno dei sintomi più comuni delle allergie nei bambini sono le reazioni cutanee. Queste possono includere orticaria, eczema, prurito e rossore della pelle. In alcuni casi, possono verificarsi gonfiore del viso, delle labbra o della lingua.

Problemi Respiratori

Le allergie possono causare anche sintomi respiratori, come starnuti, tosse, naso che cola o congestionato, e difficoltà respiratorie. L’asma allergico è una condizione comune nei bambini con allergie e può richiedere un trattamento specifico.

Disturbi Digestivi

Le allergie alimentari possono provocare una gamma di disturbi digestivi nei bambini, inclusi dolori addominali, nausea, vomito e diarrea. In casi gravi, possono verificarsi sintomi più seri come l’anafilassi, una reazione allergica potenzialmente letale che richiede attenzione medica immediata.

Sintomi Oculari

Gli occhi arrossati, lacrimosi, prurito o gonfiore sono sintomi oculari comuni in risposta a allergeni ambientali come polline o peli di animali domestici.

Quando Cercare Assistenza Medica

È importante consultare un medico se si sospetta che un bambino abbia allergie, soprattutto se i sintomi interferiscono con le sue attività quotidiane o se si verifica una reazione grave come l’anafilassi.

Nel prossimo capitolo, approfondiremo i metodi di diagnosi delle allergie nei bambini, esplorando come vengono identificate e quali strumenti sono utilizzati per confermare la presenza di allergie specifiche.

6: Diagnosi delle Allergie nei Bambini

La diagnosi accurata delle allergie nei bambini è un passo cruciale per assicurare un trattamento adeguato e una gestione efficace dei sintomi. Il processo diagnostico può variare in base al tipo di allergia sospettata e all’età del bambino.

Consultazione con un Allergologo

La diagnosi inizia spesso con una consultazione con un allergologo. Durante la visita, il medico raccoglierà una storia medica dettagliata, comprese le informazioni sui sintomi, la loro frequenza e eventuali fattori scatenanti noti.

Test Cutanei

I test cutanei sono uno dei metodi più comuni per diagnosticare le allergie. Questi test implicano l’applicazione di piccole quantità di allergeni sulla pelle del bambino e l’osservazione di eventuali reazioni, come arrossamento o gonfiore.

Test del Sangue

I test del sangue, come il test RAST (RadioAllergoSorbent Test), possono essere utilizzati per misurare la risposta del sistema immunitario agli allergeni. Questi test sono particolarmente utili quando i test cutanei non sono praticabili o sicuri.

Test di Provocazione

In alcuni casi, può essere necessario un test di provocazione, in cui il bambino è esposto in modo controllato all’allergene in un ambiente clinico. Questo tipo di test è spesso utilizzato per confermare allergie alimentari.

Ruolo del Body Check e della Biorisonanza

Oltre ai metodi tradizionali, tecniche come il Body Check e la biorisonanza stanno emergendo come strumenti utili nella diagnosi delle allergie. Questi metodi possono aiutare a identificare le sensibilità agli allergeni a livello energetico e contribuire a un approccio più olistico alla diagnosi e al trattamento.

Nel prossimo capitolo, esploreremo le strategie di prevenzione e gestione delle allergie nei bambini, discutendo come i genitori e i caregiver possono aiutare a ridurre l’esposizione agli allergeni e gestire efficacemente i sintomi.

7. Prevenzione e Gestione delle Allergie nei Bambini

La prevenzione e la gestione efficace delle allergie nei bambini sono fondamentali per garantire loro una vita sana e attiva. Ecco alcune strategie chiave:

Strategie di Prevenzione

  1. Riduzione dell’Esposizione agli Allergeni: Identificare e ridurre l’esposizione agli allergeni comuni, come pollini, acari della polvere, muffe e cibi allergenici.
  2. Ambiente Domestico Sicuro: Mantenere la casa pulita e priva di polvere può aiutare a ridurre la presenza di allergeni comuni.
  3. Dieta Equilibrata: Una dieta sana e bilanciata può rafforzare il sistema immunitario dei bambini.
  4. Evitare il Fumo Passivo: Il fumo passivo può aggravare i sintomi allergici, quindi è importante mantenere un ambiente senza fumo.

Gestione dei Sintomi

  1. Medicazioni Appropriate: Antistaminici, spray nasali e altri trattamenti possono essere utilizzati per gestire i sintomi.
  2. Piano di Azione per le Allergie: Avere un piano di azione chiaro, specialmente per allergie gravi come quelle alimentari, può salvare vite in situazioni di emergenza.
  3. Educazione e Consapevolezza: Educare i bambini e le persone che si prendono cura di loro sulle allergie e su come gestirle in modo sicuro.

Ruolo dei Genitori e dei Caregiver

Il sostegno e la supervisione dei genitori e dei caregiver sono essenziali. Comprendere i segnali di un’allergia e sapere come reagire in modo appropriato può fare una grande differenza nel benessere del bambino.

Alternative Olistiche alle allergie

Approcci complementari come la biorisonanza possono essere esplorati in aggiunta ai trattamenti tradizionali. Questi metodi possono offrire una visione più ampia della salute del bambino e contribuire a un approccio più olistico alla gestione delle allergie.

Nel prossimo capitolo, concluderemo la nostra esplorazione delle allergie nei bambini, riassumendo i punti chiave e fornendo un invito all’azione per un approccio informato e proattivo alla gestione delle allergie infantili.

8. Ruolo della Biorisonanza nelle Allergie dei Bambini

La biorisonanza è una pratica complementare che sta guadagnando interesse per il trattamento di varie condizioni, inclusi disturbi allergici nei bambini. Questo metodo non invasivo si basa sull’idea che il corpo emette frequenze energetiche che possono essere rilevate e modificate per promuovere il benessere.

Nel contesto delle allergie infantili, la biorisonanza mira a identificare specifiche sensibilità o intolleranze attraverso l’analisi delle risposte bioenergetiche del corpo. Utilizzando dispositivi specializzati, i terapisti cercano di rilevare le frequenze che corrispondono a potenziali allergeni, con l’obiettivo di ridurre o eliminare le reazioni allergiche.

Principi Fondamentali:

  • Diagnosi Bioenergetica: Utilizza dispositivi che misurano le risposte energetiche del corpo a vari stimoli, compresi potenziali allergeni.
  • Terapia Personalizzata: Basata sui risultati, vengono sviluppati piani di trattamento personalizzati per ciascun bambino.

Benefici Potenziali:

  • Riduzione dei Sintomi: Alcuni studi suggeriscono che la biorisonanza possa aiutare a ridurre i sintomi allergici come eruzioni cutanee, problemi respiratori e disagio gastrointestinale.
  • Approccio Non Farmacologico: Fornisce un’opzione alternativa o complementare ai trattamenti tradizionali, particolarmente attraente per i genitori che preferiscono evitare l’uso eccessivo di farmaci.

Considerazioni e Sicurezza:

  • Evidenza Scientifica: La ricerca sulla biorisonanza, soprattutto nel campo delle allergie pediatriche, è ancora in fase di sviluppo. È importante consultare sempre un medico prima di intraprendere qualsiasi nuova forma di trattamento.
  • Integrazione con le Cure Tradizionali: La biorisonanza è meglio utilizzata come parte di un approccio di trattamento integrato, che può includere farmaci, modifiche dietetiche e altre terapie.

In conclusione, la biorisonanza offre un approccio intrigante e innovativo per affrontare le allergie nei bambini. Tuttavia, data la natura emergente di questa terapia, è essenziale un approccio equilibrato e informato, con un’attenzione particolare alla collaborazione con i professionisti della salute.

9. Consigli Pratici per i Genitori

Gestire le allergie nei bambini può essere una sfida per i genitori. Tuttavia, ci sono diverse strategie pratiche che possono aiutare a ridurre il rischio di reazioni allergiche e a gestire efficacemente i sintomi.

1. Identificazione degli Allergeni:

  • Tenere un Diario Alimentare: Se sospettate allergie alimentari, tenere un diario alimentare per tracciare gli alimenti consumati e le eventuali reazioni.
  • Test Allergologici: Considerare test allergologici professionali per identificare specifici allergeni.

2. Prevenzione dell’Esposizione:

  • Ambiente Casalingo Sicuro: Mantenere la casa pulita per ridurre gli allergeni come acari della polvere e peli di animali.
  • Evitare Cibi a Rischio: Evitare cibi che sono noti per scatenare allergie, specialmente in bambini con storie di reazioni allergiche gravi.

3. Gestione delle Reazioni Allergiche:

  • Kit d’Emergenza per Allergie: Avere sempre a disposizione un kit d’emergenza per allergie, specialmente se vostro figlio ha una storia di reazioni allergiche gravi come l’anafilassi. Questo dovrebbe includere antistaminici e, se prescritto, un autoiniettore di epinefrina.
  • Piani d’Azione Personalizzati: Sviluppare un piano d’azione per le allergie con il medico del vostro bambino, che descriva chiaramente come gestire una reazione allergica.

4. Educazione e Consapevolezza:

  • Informare Scuola e Caregivers: Assicurarsi che insegnanti, personale scolastico e babysitter siano a conoscenza delle allergie del bambino e sappiano come agire in caso di emergenza.
  • Educazione del Bambino: Insegnare ai bambini più grandi a riconoscere i sintomi di una reazione allergica e ad essere consapevoli degli allergeni.

5. Supporto e Consulenza:

  • Gruppi di Supporto: Partecipare a gruppi di supporto per famiglie con bambini allergici può offrire consigli pratici e supporto emotivo.
  • Consulenza Nutrizionale: Considerare una consulenza nutrizionale per assicurarsi che la dieta del bambino rimanga equilibrata e nutriente, nonostante le restrizioni alimentari.

6. Monitoraggio e Revisione Periodica:

  • Controllo Regolare delle Allergie: Effettuare controlli regolari con l’allergologo per monitorare le allergie e aggiustare il piano di trattamento se necessario.
  • Rivalutazione Periodica: Le allergie nei bambini possono cambiare nel tempo, quindi è importante una rivalutazione periodica delle allergie e delle strategie di gestione.

Implementare questi consigli può contribuire a garantire che i bambini con allergie possano vivere una vita sana e attiva con il minimo disagio.

10. Domande Frequenti (FAQ) Aggiuntive sui Bambini e le Allergie

9.1 Come Riconoscere un’Allergia Alimentare nei Bambini?

Le allergie alimentari nei bambini possono manifestarsi con sintomi come eruzioni cutanee, prurito, disturbi digestivi, o in casi gravi, anafilassi. È importante osservare reazioni dopo l’introduzione di nuovi alimenti e consultare un pediatra per la diagnosi.

9.2 Quali sono le Allergie più Comuni nei Bambini?

Le allergie più comuni nei bambini includono quelle a latte, uova, arachidi, frutta a guscio, grano e soia. Le allergie ambientali come la pollinosi sono anche frequenti.

9.3 Come si Gestiscono le Allergie Stagionali nei Bambini?

Le allergie stagionali nei bambini possono essere gestite limitando l’esposizione agli allergeni (come pollini), utilizzando filtri HEPA in casa, e con farmaci prescritti da un pediatra, come antistaminici.

9.4 È Possibile che un Bambino Superi un’Allergia?

Alcuni bambini possono superare determinate allergie alimentari, specialmente quelle a latte e uova, man mano che crescono. Tuttavia, è cruciale fare test regolari sotto supervisione medica.

9.5 Come Posso Preparare il Mio Bambino per la Scuola con Allergie?

Informa la scuola e gli insegnanti sulle allergie del bambino, assicurati che ci siano piani d’azione per le emergenze e considera di far portare al bambino un braccialetto di identificazione allergica.

9.6 Quali sono i Rischi di una Reazione Allergica Grave nei Bambini?

I rischi includono difficoltà respiratorie, gonfiore della gola, calo della pressione sanguigna, e in casi gravi, anafilassi. È importante avere sempre con sé un autoiniettore di epinefrina se prescritto.

9.7 Come Posso Monitorare le Allergie del Mio Bambino?

Oltre alle visite regolari dal pediatra, tenere un diario alimentare e dei sintomi può aiutare a monitorare e identificare i potenziali allergeni.

9.8 Esistono Trattamenti Alternativi per le Allergie nei Bambini?

Oltre ai trattamenti tradizionali, alcune famiglie esplorano opzioni come l’omeopatia o la biorisonanza. È importante consultare un medico prima di provare trattamenti alternativi.

9.9 Come Posso Rendere la Casa Sicura per un Bambino con Allergie?

Rimuovi o riduci gli allergeni domestici come polvere, muffa e pelo di animali domestici. Utilizza coprimaterassi e federe anti-acaro e mantieni una buona pulizia dell’ambiente.

9.10 Cosa Fare in Caso di Emergenza Allergica?

In caso di reazione allergica grave, utilizzare immediatamente l’autoiniettore di epinefrina se disponibile e chiamare i soccorsi. Assicurati che il bambino resti calmo e in posizione eretta fino all’arrivo dell’aiuto.

11. Riferimenti Scientifici e Approfondimenti

Studi e Ricerche su PubMed e altri siti riguardanti le Allergie

  1. “The Public Health Impact of Parent-Reported Childhood Food Allergies in the United States”: Questo studio esamina la prevalenza e l’impatto delle allergie alimentari nei bambini negli Stati Uniti, basandosi su dati raccolti dai genitori. Si stima che circa il 7,6% dei bambini americani soffra di allergie alimentari, con una maggiore prevalenza tra i bambini afroamericani e quelli con comorbilità atopiche​. Vai all’articolo su PubMed.

  2. “Patterns in the Development of Pediatric Allergy”: Questo articolo descrive i modelli clinici ed epidemiologici delle allergie pediatriche usando i registri sanitari elettronici di un consorzio multistatale di pratiche mediche negli Stati Uniti. Lo studio ha analizzato dati di 218.485 bambini osservati per almeno 5 anni, identificando diverse condizioni allergiche e i loro tassi cumulativi di incidenza​. Vai all’articolo su PubMed.

  3. “BICOM Optima® Mobile: Effect on Connective Tissue Fibroblasts” – Uno studio che esplora gli effetti del dispositivo di biorisonanza BICOM Optima® Mobile sulle cellule dei fibroblasti del tessuto connettivo. Vai all’articolo​.
  4. “Children with chesty night-time coughs” – Questo articolo discute l’uso della terapia BICOM® nella gestione dell’allergia nei bambini, particolarmente efficace nella pratica clinica. Vai all’articolo​.
  5. “Dust mite allergy” – Una panoramica su come la biorisonanza può essere usata per trattare le allergie agli acari della polvere. Vai all’articolo​.
  6. “Bioresonance Therapy And Food Allergies” – Un articolo che esplora l’uso della terapia di biorisonanza nel trattamento delle allergie alimentari. Vai all’articolo​.

    12. Conclusioni

    In questo articolo, abbiamo esplorato diversi aspetti delle allergie nei bambini, dalla loro natura e cause fino alle strategie di gestione e prevenzione. Riassumiamo ora i punti chiave e forniamo un invito all’azione.

    Riassunto dei Punti Chiave

    1. Natura delle Allergie: Le allergie nei bambini possono manifestarsi in diverse forme e sono causate da una reazione eccessiva del sistema immunitario a sostanze innocue.
    2. Riconoscimento dei Sintomi: È fondamentale riconoscere i sintomi delle allergie nei bambini, che possono variare da lievi reazioni cutanee a gravi difficoltà respiratorie.
    3. Importanza della Diagnosi: Una diagnosi accurata è cruciale per un trattamento efficace e per evitare potenziali reazioni allergiche gravi.
    4. Strategie di Prevenzione e Gestione: Adottare misure preventive e avere un piano di gestione chiaro può aiutare a ridurre l’impatto delle allergie sulla vita dei bambini.

    Invito all’Azione

    1. Consultare un Esperto: Se sospettate che vostro figlio possa soffrire di allergie, è importante consultare un medico o uno specialista per una diagnosi e un piano di trattamento personalizzato.
    2. Esplorare Metodi Complementari: Considerare approcci complementari come la biorisonanza per una visione più olistica della salute del bambino e per integrare i metodi di trattamento tradizionali.
    3. Educazione e Consapevolezza: Educare se stessi e i bambini sulle allergie e su come gestirle in modo sicuro può fare una grande differenza nella loro qualità della vita.

    Concludiamo sottolineando l’importanza di un approccio informato e proattivo alla gestione delle allergie nei bambini. La salute e il benessere dei più piccoli sono una priorità, e comprendere le allergie è un passo fondamentale verso la loro tutela.

    Condividi l’articolo su:
    RSS112
    Follow by Email20
    Facebook132
    Twitter87
    Instagram
    Telegram
    WhatsApp

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Serena Gabriele

    Dott.ssa in ‘Scienze e Tecnologie Biologiche’ ed esperta in ‘Naturopatia Euquantica’ offre servizi di Bioenergetica, attraverso l’utilizzo di dispositivi all’avanguardia: Bodycheck e Biorisonanza.